Records - Novità musicali Miraloop

Nasce il Deggae: Dark Wave + Reggae, con Pablo Ort e Miraloop Spades

Di Staff
Data di pubblicazione 14/09/2013


Con Wake Up by Pablo Ort Miraloop & Miraloop #Spades abbiamo proposto per la prima volta la fusione del #reggae con il#dark. La “darkwave” (in questo contesto non ci importa specificare troppo se è New Wave piuttosto che Post Punk o Gothic Rock) e il Reggae hanno in comune solo gli anni in cui esplosero come movimenti musicali di massa, e pochissimo altro: ma ci siamo divertiti a fonderli insieme, per ascoltare qualcosa di nuovo, per gridare contro la guerra (Wake Up parla proprio di questo) a modo nostro. Dark+Reggae? Molto più semplicemente lo chiamiamo “Deggae”. Lo chiameremo sempre così. #Deggae è il fascino di unire mondi distanti, diversi, quasi antitetici. #Deggae è mettere qualcosa dove non c’era, non c’è niente di scuro (dark) nel #reggae originale! Eppure la fusione di questi due mondi ha un fascino incredibile.

Questo disco, scritto da Pablo Ort (nickname di Fabio Colombo, voce e polistrumentista), e lavorato in studio insieme a Gerolamo Sacco è un disco molto importante per la nostra storia. E’ il primo Deggae di sempre. Ci piacerebbe lo scrivessero tutti i giornali: è nato il Deggae. Novità non solo in senso discografico. Il disco sta facendo impazzire moltissimi, soprattutto in Africa Occidentale e America Latina, e gli studi Spades sono in subbuglio. Abbiamo chiesto a Pablo come si fosse messo in testa una cosa del genere. Le sue parole parlano chiaro:
“Sono cresciuto ascoltando musica apparentemente diametralmente opposta: la “darkwave” anni ’80 e “roots reggae”. Le sonorità delle tastiere “sottrattive” analogiche e tutta la loro introspezione fanno parte del mio modo di essere e fanno da contraltare alla sfrontatezza degli organi e della chitarra in levare, che amo allo stesso modo! Volevo unire questi due mondi. Non so se ci siano precedenti nel “Deggae”, forse proprio negli anni in cui questi due generi esplosero, nella prima metà degli Ottanta. Ho scoperto per esempio che Ian Curtis aveva una grande passione per la musica reggae, e che il suo pezzo preferito era “Turn the heater on” di Keith Hudson, tanto che alla morte del simbolo della generazione New Wave, i tre membri del gruppo rimasti dedicarono una cover al loro amico! Sto parlando ovviamente dei New Order. In “Decades” dei Joy Division ed in molte altre canzoni dei New Order troviamo addirittura la “melodica”, strumento assolutamente reggae introdotto dal mitico Augustus Pablo…”


Gerolamo invece sta vivendo la nascita del Deggae così:
“Avevo fatto alcune cose per conto mio che fondevano questi due mondi, ma non sapevo ne che “la cosa” fosse la fusione del Dark col Reggae, tantomeno che farmene. Infilavo queste cose nei dj set passando dal dub. Poi l’anno scorso mi è capitata fra le mani la prima incisione di Wake Up di Pablo e sono saltato dalla sedia! Chiamo Pablo, gli chiedo “cos’è sta roba!” e lui mi risponde come fosse un ovvietà: “Deggae”. Ho preso quelle vecchie idee e mi sono messo subito a lavorare, Wake up appena pubblicata è stato tra i pezzi reggae più scaricati da Itunes proprio in Italia, mentre un semplice video ha girato invece parecchio in Sud e Centro America. Dovessi definirlo, direi che Deggae è quando sei dark fino al midollo ma con un animo black. Una new wave per giamaicani. Sono cresciuto coi Police, ma questa è un’altra cosa. Da allora stiamo lavorando nuove cose insieme”

Gira voce che il nuovo pezzo sia ancora più dark, gli studi sono blindati e non possiamo ascoltarlo, ma gira voce che non dovrete attendere molto!


Potete ascoltare Wake Up qui :)

Ed ecco la copertina del singolo in vendita in tutti gli store. Supportateci sempre! :)