Records - Novità musicali Miraloop

Gerolandia Express Season 1. Che cos'è il Gerolandia. Di Silvia

Di staff
Data di pubblicazione 27/03/2011


Un giorno ho scoperto i podcast nel mondo, trasmissioni radio caricate sul web. Ogni ascoltatore ha completamente sostituito questo sistema al broadcasting tradizionale, le trasmissioni radio via etere e online. La grande differenza è soprattutto che un podcast non ha costrizioni negli ascolti e nel tempo d'ascolto come un tradizionale programma. Il mondo dei podcast esplide, come al solito, dagli USA, dove ho trovato gli spettacoli più attraenti e i DJ più seguiti. Ora però vi parlerò di un podcast fatto in casa appena nato.

Si chiama Gerolandia Express, trucco linguistico basato sul nome dell'inventore, Gerolamo Sacco. Mi ha fatto incuriosire, e dopo il primo ascolto ho realizzato che era cominciato un culto internazionale fatto da un italiano, ma soprattutto che nascondeva molto di più di ciò che appariva superficialmente.

Gerolandia Express è un treno. Salendo sul treno, reale o immaginario che sia per l'ascoltatore, ognuno ha un sentimento di curiosità, un desiderio di comunicare, di viaggiare. In questo treno tu sei inglobato in un piccolo mondo, ma questo mondo appartiene ad una realtà più grande che condividi con altre persone.

Prova a immaginare come questo treno potrebbe essere se tu fossi parte di un sistema più grande dove i contenuti fossero generati dagli utenti. Infatti, la caratteristica che più distingue il podcast è la cooperazione attiva degli ascoltatori. Molti fans hanno già mandato i loro campioni (samples) vocali da tutto il mondo, in varie lingue, a Gerolamo, che è il vero guidatore del treno.

I collaboratori unusuali hanno giocato il ruolo di ispettori del treno o passeggeri che guardano le bellezze fuori dalla finestra. Questo vocale continuo e vario supporta il flusso musicale grazie al mixaggio di Gerolamo. Lui fonde tracce originali con il contenuto generato dagli utenti, con un tocco ironico. E soprattutto, tutte le tracce sono create composte e prodotte dallo stesso Gerolamo.

Il flusso ha un riferimento nella dance music ma in questo caso la mancanza totale di pause è parte del progetto, tutto è parte della stessa lingua: gli annunci sono inseparabili dal contenuto musicale. Un totale coinvolgimento senza fermate. La "no sleeping coach", (carrozza del-non-dormire) il vagone letto, dove Ge suona l'unico brano non suo, un classico del rock, è uno dei momenti clou del radio show.

nel treno ci sono altre due zone principali. La carrozza ristorante e la "track of the week", la traccia della settimana. La prima situazione è soft, le canzoni sono spesso ironiche. La traccia della settimana invece è l'ultimo atto, ogni settimana ce una canzone speciale, che poi è sempre la più amata dagli ascoltatori. 

Questa è la prima volta nella storia dei podcast e in generale dei programmi radio che c'è questa innovazione.

Nella tradizione degli spettacoli radio un artista che abbia suonato i suoi pezzi è sempre stato limitato da un unico genere. Nel Gerolandia Express c'è un enorme contesto musicale che va dall'elettropop alle tracce melodice fino ai puri ritmi e suoni sempre differenti l'uno dall'altro.

Il podcast è completamente interattivo e disponibile in ogni momento. Ognuno può ascoltarlo, o prendere il treno solo per una fermata

L'indirizzo email dove gli ascoltatori possono spedire i loro sample vocali è linkato su mixcloud.com, il sito dove il primo capitolo dello show è stato caricato. Ho sentito campioni vocali in inglese, tedesco, giapponese, spagnolo e altre lingue come il francese, il russo, il bielorusso.

Non vi ho detto qual'è la destinazione finale del treno. Gerolandia è l'ultima fermata ed è una terra sconosciuta. Qualcuno su internet dice che c'è un concetto più complesso dietro a questa cosa.

Ora il treno è partito. Questa è la scommessa di Gerolamo.

La voce che sentite sempre nella stagione 1 è di Mantis le Sin, cantante della band dove Gerolamo è compositore, tastierista e produttore musicale

Il treno Gerolandia Express può essere paragonato ad una giostra come quelle dei parchi. Un mondo fatto di voci, suoni e colori. Come un bambino che riceve un giocattolo per la prima volta.

Silvia Cinti

http://www.mixcloud.com/Gerolandia/gerolandia-express-serie-1-chapter-1-march-18-2011/

ENG

One day I discover podcast’s world, web radio uploading transmission. Each consumer has absolutely replaced this system to the traditional broadcasting, the radio transmission via etere and on line. The main difference is basicly that a podcast have no constraints in listeners and timing as in that traditional “on air” transmission.The podcast’s world esplode, as common, in the States, where I found the most attractive shows and the most followed djs. But now I met an homemade podcast that is just born.

The name Gerolandia Express, is a linguistic  trick based on the name of the creators, Gerolamo Sacco. It made me curious , and after the first lintening I realized it have began an internation cult made by an Italian, but most of all it hides more than it appears on the surface.

Gerolandia Express is a train. Getting on a train, a real or an imaginary one, everyone has a feeling of curiosity, a wish of comunication, a wish of travelling. In this train you are involving in your little world, but your world belongs to a big reality that you share with other people.

Try to imagine how this train could be if it would be part of a larger system in which there are contents generated by users. Infact the most distintive feature is the consumers’ active cooperation:  Many fans have already sent their vocal samples from all the world, in several languages to Gerolamo Sacco who is the real driver of the train.

The unusual cooperaters have played the role of ticket inspectors or entranced passengers watching the beauties out of the window. This vocals support the musical stream thanks to the Gerolamo Sacco’s mixing. He blends original tracks with this users genereted contents, with a litle bit of ironic.

This stream has a reference in dance music broadcasting but, in this case the loss of pauses is a part of the project. It’s all part of the same language: announcements, Mantis Le Sin’s off voice, are inseparable to the musical contents. A total envolvement without stops. The no sleeping coach leeping cari s the place of the train where Perfino la “carrozza notturna”, la no sleeping coach, where you can listen “classic rock” that is one of the clou stages of the show.

In the train there are other two stages. The restaurant coach and Track of the week.The first situation is too soft, the songs are ironics.  Track of the week is the last act of the show it picks every week  a final track.

This is the first time in the podcasting’ s history and in general in the radio transmission that there is this innovation.

Always in the radio shows tradition an artist who played his songs was limited by a unique musical genre. In Gerolandia Express there is a huge musical context which goes from elettropop and melodic tracks to pure sounds rythms always different each other

The podcast is completely interactive and available in every moment. Everyone can listen to it, taking that train just for one stop.

The email adress where users can send their vocal samples, is linked on mixcloud.com, the website where the first chapter of the show has been uploaded. I heard samples in english, german, japanese, spanish and many more languages.

I haven’t told  you what is the final destination of the train. Gerolandia is the last stop and it’s an unknowed land. Someone tells that there is a more complex concept behind it.

Now the train have leaved. This is the Gerolamo Sacco’s bet.

The main voice of the show is the hot voice of Mantis Le Sin, the singer of band in which gerolamo Sacco is composer, keyboarder and producer.

The train of Gerolandia Express can be compared to a carousel like the ones in the playgrounds; a world made by voices, sounds and colours. Such as a kid who receives a toy for the first time.

By Silvia Cinti

http://www.mixcloud.com/Gerolandia/gerolandia-express-serie-1-chapter-1-march-18-2011/