Records - Novità Musica & Dischi

Clubs entra negli store a numero chiuso con un "trick": le sub-label

Di Staff
Data di pubblicazione 11/02/2011


...è fatta. Dopo un anno di attesa, Miraloop Clubs è finalmente negli store dance, anche se divisa in quattro parti, proprio come Miraloop stessa è divisa nelle quattro etichette. Sono state infatti create ben 4 sotto-etichette per permettere alla scena EDM di Miraloop, ovvero Miraloop Clubs, di vendere la musica. La divisione è stata un passaggio obbligato e richiesto, perchè Beatport ha rifiutato più volte Clubs in quanto etichetta generalista del settore Dance. Clubs, infatti ha esordito sia con brani breaks, che con una compilation Goa, ma anche pezzi electro e progressive. Esattamente come Hearts spazia dal trip-hop all'italiana.

Ma gli anglosassoni e gli americani stanno cercando di creare un mercato facilmente orientabile, quindi non gradiscono diversi stili musicali uniti in uno. Figuriamoci se avessimo chiesto di entrare in Beatport come Miraloop Records, presentando una casa di produzione che di fatto spazia dalla contemporanea al punk, dall'elettronica ai vari generi della scena EDM. Fa un po' tristezza vedere una propria visione fuori dall'orientamento del mercato attuale, che vuole suddividere e catalogare qualsiasi cosa. Non ci vuole molto a immaginare che, stando così le cose, la discografia passerà velocemente in mano a Youtube! 

Ma lasciamo questo dibattito ad un'altra sede. Beatport e altri due store dance-oriented (si intendono store che pubblicano esclusivamente dance music) ha quindi accettato Clubs come quattro singole realtà, quattro pezzi dello stesso puzzle. Andiamo a scoprire cosa sono:

JACK OF CLUBS RECORDS Solo progressive house e minimal
 
QUEEN OF CLUBS RECORDS Solo trance

KING OF CLUBS RECORDS Solo electro ed electro house

10 OF CLUBS RECORDS Goa e Psytrance

Con questi 4 marchi, che inizieranno a pubblicare musica a partire dal marzo 2011, Miraloop Clubs entra in Beatport e si apre le porte del mondo EDM dopo una lunga attesa. Si prospetta ora un problema di genere per i progetti al di fuori di queste 4 "carte". Ma noi non abbiamo certo problemi ad aprire altri 20 brand. La scocciatura è se Facebook diventerà a pagamento. Vediamo...

Vi lasciamo con una delle prime cover, sarà Jack of Clubs Records che esordirà con un cross-publishing di una release che qualcuno di voi ha già avuto modo di ascoltare, in collaborazione con Enzo Elia e Matteo Scaioli: