For Brands - Portfolio

Paralleli tra dipinti pubblicitari. Campagna estate Acquapark | Festival di Gerolamo Sacco

Di Staff
Data di pubblicazione 31/08/2015


Miraloop debutta nel 2009 nell’epoca della trasformazione totale del web. È l’inizio della fine di Myspace (che si compirà totalmente nel 2010), sono i primi mesi di Youtube e dell’esplosione di massa di Facebook. Tre anni dopo, l’avvento dello streaming cambia ancora le carte in tavola. Miraloop è una delle prime case a stipulare con Made in Etaly (oggi Believe Italia) un accordo con Google per la monetizzazione dei brani. Nei primi 5 anni Miraloop ha creato praticamente da zero 80 brand discografici per musicisti che non avevano mai pubblicato prima neanche in digitale, creando anche casi di successo con budget bassissimi. Alcune delle storie musicali che abbiamo creato ora sono diventate aziende operative nel campo degli spettacoli live, della tv digitale, della creatività media. Oggi Miraloop e le sue storie sono state notate da aziende che mirano ad abbattere i costi delle campagne di marketing per la realizzazione di strategie commerciali basate sulla ricchezza dei contenuti e dell’estro. Vi mostriamo due lavori svolti nel 2015 apparentemente molto diversi fra loro. In realtà lo stesso personaggio porta in giro due brand completamente diversi. Il nostro Gerolamo, artista e produttore, e l'Acquapark termale più grande d'Europa. Questa doppia comunione di intenti porta fortuna sia alla stagione estiva del popolare Acquapark sia all'album di Gerolamo che arriva alla classifica iTunes dei brani più venduti, rimanendo per 3 giorni nella top 20 italiana.

Gerolamo Sacco - Festival 2015

 

Il disco va in chart itunes il 23 luglio 2015, giorno di pubblicazione, e rimane tra gli album più venduti in Italia insieme ad artisti davvero popolari come Jovanotti e Francesca Michielin per quattro giorni, raggiungendo il 14esimo posto il 25 luglio 2015. Considerando che Gerolamo Sacco è l’unico artista di questa chart a non essere tutti i giorni in tv come i suoi colleghi, possiamo dire che questo è il risultato di una campagna ben riuscita e della quale andiamo fieri. La ragazza vintage ripresa dalle forme anni ‘50 è sposata ad una re-visione anni ‘10 della psichedelia pop fantasiosa con un tocco di design minimale e semplice ma immediato nei colori e nelle citazioni. La libellula, gli occhiali di lei, il costume e il tacco 10, ogni dettaglio manda un messaggio legato alla musica e al suo messaggio. Il resto ovviamente lo fa il sound, Festival infatti è un disco assolutamente innovativo sul piano musicale e questo ha sicuramente influito sul suo successo indipendente.

Questa campagna ci ha permesso di realizzare per la prima volta, una struttura di campagna pubblicitaria mai realizzata in ambito musicale per motivi di budget, la promozione su cartelloni pubblicitari e carta stampata, un’esperienza che ci ha messo a confronto con il mondo dell’editoria e il mondo dell’arredo urbano: nell’estate 2015 Bologna si colora di verde a azzurro vintage.
Su Facebook, la campagna vale alla pagina “Villaggio della Salute Più”, l’inserimento nei “case study” per l’Italia dell’anno 2014-2015, registrando inoltre un aumento del 140% delle iscrizioni.